img-slide-jigsaw-1

Come ottimizzare la documentazione tecnica per la traduzione: 5 regole fondamentali

Sei un redattore tecnico e la tua azienda produce ed esporta i prodotti e devi occuparti di creare la documentazione tecnica e gestire la traduzione nella lingua degli utilizzatori.

I tuoi obbiettivi sono:

  1. Creare una documentazione chiara e precisa per la traduzione.
  2. Ottimizzare i costi di traduzione.
  3. Ottenere la traduzione in tempo per inviare manuale e i prodotti al cliente.

Se stai cercando una soluzione a tutti questi punti, questo articolo farà al caso tuo.

Perché è importante la qualità del testo sorgente?

Se ti rivolgi ad un’agenzia di traduzione, tieni presente che nella maggior parte dei casi si utilizza un CAT Tool.

Ma cos’è un CAT Tool? CAT è l’acronimo di Computer Aided Translation, ovvero di strumenti di traduzione assistita. In breve, questi sistemi permettono di:

  • Migliorare la produttività, consentendo di recuperare parti di testo già tradotte per lavorare solo sui segmenti (testo suddiviso in unità più piccole rispetto al file sorgente, corrispondente in genere ad una frase).
  • Generare una TM (Translation Memory) ovvero un database linguistico che permette di memorizzare tutti i segmenti tradotti e di poterli riutilizzare in seguito. Questo permette anche più coerenza stilistica e terminologica.

Per poter lavorare bene con un CAT TOOL è necessario creare una buona struttura del documento in partenza, per fare in modo che il sistema riconosca tutti i segmenti precedentemente tradotti e salvati nella TM.

Puoi affidati ad una soluzione con CCMS (Component Content Management System): un sistema che aiuta ad aumentare la velocità di pubblicazione multilingue in diversi formati e garantisce un risparmio di costo a medio / lungo termine (https://www.because-italy.com/roadmap-per-informazione-4-0-come-scegliere-il-ccms-adatto/).

Ma passiamo ora alle 5 regole fondamentali per la creazione di un documento tecnico da tradurre:

1            Crea frasi semplici e brevi

  • Crea delle frasi brevi: sono molto più facili da comprendere per i traduttori.
  • Utilizza anche delle preposizioni principali e subordinate semplici e logiche. In fase di traduzione il CAT TOOL segmenterà allo stesso modo sia la lingua di partenza che quella di arrivo.

2            Usa una terminologia coerente

3            Usa un linguaggio coerente

  • Crea i contenuti seguendo una guida di stile: in questo modo sei più chiaro e coerente.
  • Formula le istruzioni operative sempre nello stesso modo, ad esempio utilizzando l’imperativo infinito.

4            Evita il testo in immagini e simboli

  • Se possibile, utilizza dei simboli o immagini neutre e senza testo non editabile. In questo modo non si dovrà perdere tempo durante l’impaginazione in post traduzione. Infatti, spesso il testo che fa parte delle immagini non è editabile, perché fa parte dell’immagine stessa, e quindi richiede una lunga elaborazione manuale a livello grafico.
  • Se l’immagine contiene del testo, crea dei riquadri che siano abbastanza grandi per contenere la traduzione, perché la lunghezza del contenuto tradotto potrebbe variare rispetto all’originale. In questo modo il riquadro sarà abbastanza grande e non richiederà ulteriore modifica.

5            Ottimizza il layout e la formattazione

  • Vai a capo solo alla fine del paragrafo. Se interrompi una frase andando a capo con il tasto “invio” crei una falsa segmentazione. Ovvero, se il traduttore usa il CAT Tool, si riferirà al segmento che avrà perso il significato della frase e quindi la traduzione risulterebbe sbagliata.
  • Utilizza sempre lo stesso modello di formattazione di caratteri, colori e paragrafi nel testo. Così il CAT riconoscerà il paragrafo, se era già stato tradotto.
  • Evidenzia in modo chiaro le eventuali parti che non devono essere tradotte. Ad esempio: se usi InDesign (https://www.because-italy.com/regole-fondamentali-per-la-documentazione-tecnica-in-indesign/) come software per la creazione di contenuti, puoi suddividerli sui livelli dedicati per lingua, immagini, simboli ecc.
  • Invia al tuo fornitore una eventuale documentazione di riferimento che aiuti il traduttore a comprendere meglio il testo sorgente.

Una volta completate tutte queste regole il tuo manuale sarà pronto per la traduzione.

Noi abbiamo definito guide di stile per diverse applicazioni sulla base della nostra lunga esperienza nella redazione e nella traduzione della documentazione tecnica.

Non è semplice seguire tutte queste regole ma se ti serve un professionista puoi affidarti alla nostra CATEGORIA C dei nostri corsi finanziati. Ti seguiremo in un percorso di affiancamento formativo per arrivare al tuo obbiettivo.

Oppure possiamo direttamente aiutarti attraverso il nostro servizio di traduzione (https://www.because-italy.com/documentazione-tecnica/)

 Contattaci:

e-mail: info@because-italy.com

Tel: 0142 944555

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su print
Condividi su email